A.C.R.S.D. KAIROS

  • facebook
Home » Corsi » Scrittura creativa teatrale
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Hai richieste o domande da fare?
Scrivici qui

Scrittura creativa teatrale

Parole di Scena, Laboratorio di recitazione, regia e scrittura teatrale diretto da Marcello Cantoni

Il corso si svolge il Lunedì dalle ore 20.00 alle 22.30, richiedi adesso la lezione di prova.

Per prenotare la partecipazione chiama il numero Tel. 339-3765671
Durata del corso: Ottobre - Giugno

IDEA
Un laboratorio teatrale può avere diversi obiettivi, quali fornire ai partecipanti un approccio al mondo della recitazione, insegnare gli strumenti e le tecniche teatrali a chi sogna di poter esprimere la propria creatività sulle tavole di un palcoscenico.
Un laboratorio teatrale può inoltre essere un prezioso percorso di crescita individuale e collettiva, rappresentare cioè un'esperienza formativa e liberatoria anche per chi nella vita non farà l'attore, il regista o il drammaturgo.

Nel mio cammino di formazione ho incontrato spesso persone che, tra il serio e il faceto, dicevano di essersi iscritte ad un corso di teatro invece che andare da uno psicologo. Non credo che le due scelte siano paragonabili o in contrasto tra loro, ma sono convinto che un laboratorio teatrale, se fatto bene, possa aiutare a riconoscere le proprie paure, ad affrontare la timidezza, l'ansia del giudizio e a rafforzare la propria autostima.
Credo che imparare a far vivere la creatività e la fantasia, senza paura, senza giudicarsi, scoprendo l'equilibro tra una parola e il suo gesto, tra l'idea e la sua realizzazione, sia una libertà che ognuno di noi avrebbe il diritto di avvicinare nella sua vita.
Sono convinto che imparare a Fidarsi del proprio collega/compagno (concetto basilare nel teatro, come in qualsiasi dinamica di gruppo) sia un bagaglio importante che può tornare utile su molti palcoscenici.

Nel caso specifico il corso in questione concentrerà la propria attenzione sulla capacità di costruire una storia e saperla raccontare.

OBIETTIVI
Il laboratorio si propone di fornire ai partecipanti un percorso di ampio respiro intorno ai mestieri della creatività, con particolare attenzione alla fase drammaturgica.
Come nel cinema, negli ultimi anni, ha acquisito sempre più importanza la figura del FilmMaker (colui che sa realizzare un film dall'inizio alla fine, dalla scrittura dell'idea al montaggio delle riprese) così nel teatro è sempre più importante conoscere gli strumenti e la tecnica delle varie anime della creatività artistica.

Il Laboratorio ha l'obiettivo di insegnare elementi di Scrittura Scenica, di Recitazione e di Messa in scena/Regia, in modo da rappresentare un trampolino creativo per le professioni di autore, attore e regista teatrale.

METODOLOGIA
Attraverso un lavoro di continuo stimolo, si opererà per avvicinare ogni partecipante all'essenza del mestiere creativo e teatrale.
Tutti scriveranno, tutti reciteranno, tutti proveranno a dirigere delle scene. Alla fine del corso si tenderà a privilegiare le personali attitudini emerse durante il laboratorio.
Termine del percorso educativo/creativo sarà la messa in scena di uno spettacolo scritto, diretto e interpretato dagli allievi (con la supervisione dell'insegnante) che darà il senso effettivo del lavoro svolto e fornirà una consapevolezza maggiore sul lavoro artistico, con le sue difficoltà e le sue soddisfazioni.

Le prime lezioni si concentreranno sull'approccio al teatro e sull'improvvisazione:

  • esercizi/gioco sulla fiducia, sul giudizio, sullo sviluppo della fantasia, sul senso dello spazio scenico, improvvisazioni libere e a tema.

Successivamente si passerà al lavoro sulla scrittura scenica e sull'interpretazione:

  • elaborazione di monologhi, dialoghi.
  • la costruzione di un storia (passi, regole, sviluppi)

Il passo seguente sarà quello inerente alla messa in scena:

  • immaginare il movimento di una storia all'interno di un quadro.
  • dirigere gli attori

Ogni lezione prevederà uno spazio dedicato alla scrittura con il fine di liberare la creatività e la fantasia che ciascuno di noi si porta dentro (a volte ben nascosta) Dalla seconda metà del laboratorio in poi si lavorerà anche sulla messa in scena/regia. Sono previsti due momenti di messa in scena: 1- messa in scena invernale (dicembre) basata sui testi elaborati dai partecipanti al corso 2- messa in scena di primavera (maggio/giugno)

FASI DI LAVORO E ARGOMENTI

  • la scoperta e il senso dello spazio scenico
  • il gruppo, la fiducia, il giudizio interno ed esterno
  • l'improvvisazione, il gioco teatrale nella vita quotidiana e nella deformazione fantastica
  • la costruzione di un personaggio, di un percorso narrativo, teoria e esecitazioni
  • lettura scenica, analisi di un testo e interpretazione e caratterizzazione di un personaggio
  • la scrittura scenica e teatrale, punti di forza e differenze con le altre narrazioni
  • scrivere una storia, saperla raccontare, dando voce alla propria scrittura interiore, all'osservazione del quotidiano e alla memoria
  • l'interpretazione, le pause, le intenzioni, il mestiere dell'attore
  • analisi di testi fondamentali spaziando attraverso varie drammaturgie (Pirandello - De Filippo - Beckett - Brecht - Pinter - Miller)
  • mettere in scena una storia. Elementi di regia teatrale
Chiedi informazioni Stampa la pagina